Le Autrici

La Papessa
Claudia Pellegrino alias La Papessa, ideatrice, fondatrice e direttrice di ISHA magazine, nasce a Nardò (Le) nel 1980. Appassionata sin da bambina delle scienze esoteriche, intraprende il cammino iniziatico da giovanissima, sviluppando una particolare attitudine per la dottrina cabalista e gnostica e un'accentuata capacità alla comprensione del linguaggio archetipico. Dal 2012 al 2015 dirige la galleria d’arte contemporanea E-lite studiogallery di Lecce. Esperta in simbolismo, tarologia ed alchimia, ricercatrice della Tradizione, della scienza olistica e della terapia sperimentale, dal 2015 tiene corsi e seminari sulle materie, in varie città italiane. Nel 2016 fonda la scuola Ermetica per la ricerca, il benessere e l'evoluzione umana I Segreti di Sophia, di cui è docente e direttrice. E' ideatrice e guida della Via Regina, percorso esoterico itinerante, basato sulla lettura dei Segni, delle sincronicità che manifestano il linguaggio dell'archetipo, interagendo con i luoghi sacri e l'iconografia dei simboli, espresse nelle nadi della matrice terrestre, di cui è esperta. Porta avanti dal 2012 una personale ricerca sul Sole e sulla correlazione tra le tempeste solari, i movimenti tellurgici e i malesseri fisici. Scrittrice de: Il Segreto di Sophia. IHS Atto primo. Inferno, pubblicato da I Libri di Icaro Città Futura che ha presentato presso la libreria Feltrinelli di Lecce, la libreria Mondadori di Catania, la libreria Roma di Bari, il Salone Tempo di libri di Milano. Autrice del blog http://isegretidisophia.altervista.org/ e della rivista nazionale Fenix. Studiosa del Tempo, ha elaborato e registrato una personale teoria definita dalla stessa Logos Aureo, sviluppando un Codice che spiega la creazione Universale e la relazione tra il Tempo sincronico e il codice del D.N.A, avviando una sperimentazione scientifica basata sull'impiego delle frequenze sonore e del colore, come modulatore del patrimonio genetico, per il ripristino della salute e dei doni sottesi.
Leda Cesari
Laureata in Giurisprudenza all’Università di Bologna nel 1992, giornalista professionista dal 2001, Leda Cesari è collaboratrice fissa di Nuovo Quotidiano di Puglia (di cui è stata redattrice dal 1992 al 2001) e sommelier AIS. Curatrice di uffici stampa ed eventi vari – tra questi la rassegna sul giornalismo enogastronomico “Food a Sud” – si interessa di discipline “strane” da quando aveva cinque anni e i suoi genitori la guardavano con preoccupazione, e studia Astrologia dal 2008 (è docente certificata e astrologa professionista iscritta all’albo CIDA). Frase preferita, “Siamo tutti immersi nel fango, ma alcuni di noi guardano le stelle”. Ama anche la musica, gli animali, i libri.
Jara Marzulli
Nasce nel 1977 a Bari, sin da piccola è affascinata dagli aspetti figurativi umani. Si diploma al Liceo artistico di Bari e successivamente all’Accademia di Belle Arti di Bari con il massimo dei voti. Dal 1998 partecipa a mostre fiere e concorsi, ricevendo molti riconoscimenti e premi. La sua arte racconta di un sentire al tempo stesso estatico e carnale, reso ancor più incisivo e toccante dalla perfezione tecnica che contraddistingue l’artista. Una lucida e lacerante qualità espressiva, un’indefinibile purezza che si veste di pittura. Numerose sono le Biennali ed esposizioni d’arte prestigiose per le quali espone in Italia e all’estero. Le sue opere sono pubblicate in numerosi cataloghi, riviste cartacee e online, libri e cataloghi d’arte. Jara Marzulli vive e lavora ad Adelfia(BA), Italia, dove ha fondato “Alauda” associazione per la cultura e le arti. web site: jaramarzulli.com.
Yanuk Lurjiame
Yanuk Lurjiame è lo pseudonimo di Alessandra Biagini, con il quale ha dato vita a “I Figli del Muro” (www.figlidelmuro.blogspot.it) , blog distopico e visionario, vascello fantasma che naviga fra i gangli cerebrali dell’AI nel web, e appare, talora, a gli impavidi che lo cercano. Quarantaduenne alquanto ingenua, è una pessima studentessa di Tai Chi, cinese mandarino, Kabalah ed ebraico biblico, giusto per non aver frizioni con il Ricordo. Assetata di Parola, in ogni sua manifestazione, in particolare di quando si fa Silenzio.
Isabella Dalla Vecchia
Esperta di "enigmi", è da sempre interessata alla ricerca dell’origine, dell’energia e della tradizione dei luoghi, cercando simbologie e similitudini e comparando gli stessi, nella convinzione che tutto sia legato da una matrice unica. "Nulla è Casuale, che sia un luogo antico o moderno, ciascuno è parte di una mappa universale che occorre decifrare... Spesso curiosità, simboli, energie, apparenti anomalie, risultano essere sincroniche e in forza di questa non-casualità, cerco di dare una lettura non convenzionale, con l’unico scopo di ragionare insieme al lettore, per trovare una diversa e al modo stesso comune chiave di lettura e interpretazione. Nomi, stemmi, tradizioni, energie, simboli, tutto attorno a noi parla con un linguaggio nuovo, che deve essere decriptato" Questo il pensiero della nostra autrice che ISHA condivide pienamente. Fondatrice del portale www.luoghimisteriosi.it sito che ha ottenuto un prezioso riconoscimento dal Centro Regionale Beni Culturali Abruzzo per l’impegno nella valorizzazione del territorio abruzzese, è autrice di "Oggetti misteriosi, inspiegabili e magici in Italia"di Eremon Edizioni, "Luoghi di Forza" edito da Sperling & Kupfer. Ha presentato in occasione del Romics 2016 il film della Warner Bros "King Arthur il potere della spada". Ha collaborato con la trasmissione di Italia 1 "Mistero", apparendo in diversi servizi con Marco Berry e Nicole Pellizzari. Ospite della trasmissione "Linea Verde Orizzonti" di RAI 1 e "Si Viaggiare" rubrica del TG2, della rubrica Extremamente di Studio Aperto il TG di Italia 1. Intervistata per il canale Focus 56 nel programma "Città Misteriose" di Sydonia Production. Invitata a Radio Deejay come ospite nella trasmissione "Dee Notte", a Rai Radio 2 come ospite nel programma “L’Altrolato”, a Radio Kiss Kiss nella trasmissione “00k”, a "Radio Capital" in “Open Capital”. Ha due rubriche dal titolo “Misteri bestiali” e “Ciak si svela” su Radio Bau, web radio ufficiale di Radio. Mediaset. Come autrice collabora e ha collaborato con varie riviste come "Hera", "Fenix", "Mistero magazine", "X Times", "Misteri d'Italia", "Enigmi", "L'Arca di Noè", "Argo", "Quattrozampe", "Touring club", “Il Giornale”, "Miracoli", "Visto", “Il Giorno”, “Cronaca Vera”, “La Nazione”, “Il Tirreno”, "Camper Life" e la versione web de “Corriere della Sera”, "Panorama", "La Repubblica", "La Stampa", “Libero Quotidiano”, “Corriere Nazionale”, "Focus", "ADN Kronos", "Agenzia Radicale", Libero”, “Turismo” de La Stampa, Style, affaritaliani, Virgilio, MSN.
Argia di Donato
Vive e lavora a Napoli, è avvocato con particolari competenze in diritto di famiglia, diritto marittimo, Tutela degli animali e diritto minorile. È iscritta all’Albo dei giornalisti della Campania, è direttore responsabile di Juris News periodico di informazione giuridica. E' presidente di NOMOΣ Movimento Forense, associazione di avvocati impegnata sul territorio con progetti educativi e culturali. Nel 2009 pubblica con Albatros Edizioni, Favole (per grandi ancora fanciulli) portato al Salone Internazionale del libro di Torino - edizione 2009. Nel 2010 pubblica il romanzo Luna tonda (BoopenLed - 2010), biografia dell'ex calciatore Luciano Marangon. Nel 2011 ha pubblicato Anima azzurra (Photocity Edizioni - 2011). E' autrice di numerosi racconti e poesie contenuti in varie antologie. E' portavoce del Movimento culturale “Liberiamo il cratere” (Napoli, 2004) con il quale ha realizzato numerosi reading e performance multimediali, nonchè rassegne letterarie ed eventi artistici. Dal 2017 è la Coordinatrice dei Giudici Lettori della Fondazione Premio Napoli. E' illustratrice e pittrice; il suo sito è www.argiadidonato.it
Antonietta Ferrari
Madre, insegnante di lingue e imprenditrice agricola, nasce a Salerno, ha vissuto per molti anni a Roma e poi  in diverse città italiane e all'estero. Laureata in Lingue e Letterature straniere a Napoli, ha conseguito diversi master di specializzazione post universitaria nell'ambito della comunicazione, marketing e turismo lavorando anche per agenzie internazionali.  In seguito ha conseguito una specializzazione nella Pedagogia Waldorf e attualmente vive ed insegna nel Salento. 
Marianna Fumai
Marianna Fumai è una documentarista, film editor e attivista, nata a Bari nel 1981. Nel 2009 ho collabora con le artiste Jara e Iula Marzulli nella realizzazione del video In-Trame, selezionato nell’ambito della rassegna “2 VIDEO – rassegna trasversale di video d’artista” al Museo D’ArteContemporanea di Lissone nel luglio 2012. Tra Maggio e Settembre 2011 lavora al montaggio del documentario Inshallah – Il viaggio di Mohammed Ali di Antonio Laforgia. Nel 2013 collabora con il TeatroAstragali di Lecce, nel progetto internazionale H.O.S.T. (Theatre, Ospitality, Otherness, Society) sostenuto dal programma Culture 2007 – 2013 dell’UnioneEuropea e realizzato in collaborazione con l’Università del Salento. Realizza il pre-montaggio del cortometraggio Pomodoro Nero di Anitori, Laforgia, Petralla. Nel giugno2013 co-dirige con Luana Martino il cortometraggio La Controra, finanziato da ANCI e Ministero delle politiche giovanili nell'ambito del contest InContatto. Nel settembre 2013 ho fonda con Gabriella Cosmo l’ass. culturale Rec Movie e insieme nel 2014 vincono il progetto Puglia open movie, per la raccolta di video amatoriali e non, sul territorio pugliese con conseguente realizzazione del documentario in crowdsourcing sulla Puglia: P-Frames. Nle 2015 realizza , in collaborazione con la poetessa e performer Iula Marzulli, il video-poesia Alimono,tratto dalla raccolta omonima di poesie di Chiara Catapano. Nel 2016 fonda il Progetto Gernika, con lo scopo di organizzare rassegne e diffondere opera prime e seconde in lingua originale, spesso escluse dal circuito classico della distribuzione nelle sale. Dal 2016 al 2017 con Iula Marzulli lavora al progetto internazionale So Close So Far per la realizzazione di un archivio di memorie, di artisti che hanno vissuto le guerre di dissoluzione jugoslava. Marianna Fumai ultimamente diventa anche co-fondatrice dell’Armata Brancaleone, un’associazione di promozione sociale già impegnata precedentemente come gruppo informale nella rigenerazione urbana dell’Arena Moderno, un ex cinema all’aperto nel quartiere Libertà di Bari, in stato di abbandono da quasi 40 anni.
Dora Garzya
E' nata a Lecce nel 1968. Diplomata in Pianoforte, Laureata in Pedagogia ad indirizzo filosofico, master post laurea come responsabile dei servizi educativi dei musei e del territorio, è docente di Musica all'Istituto Marcelline di Lecce e astrologa professionista iscritta all'albo privato del CIDA (Centro italiano discipline astrologiche), del quale è docente. Ha partecipato come relatrice a vari convegni nazionali in qualità di relatrice, vincendo con Leda Cesari il premio del concorso CIDA "Voci nuove" .
Francesca Giaccari
Nasce il 2 febbraio del 1984 , il suo sole e la sua luna cadono nel segno dell'acquario e questo aspetto le dona una personalità eclettica e curiosa proiettata all'approfondimento di tutto ciò che riguarda lo studio sulle grandi verità dell'universo. Dopo la sua profonda esperienza di vita in Australia, decide nel 2014 di continuare i suoi studi in Medicina naturale, presso la scuola italiana di scienze naturopatiche, studi che fino a quel momento aveva condotto autonomamente sperimentando il potere curativo della natura in armonia con le innate capacità dell'essere umano di autoguarirsi,spinta da una forte passione per la ricerca del benessere PsicoFisico. “Tutto dev'essere in armonia con l'energia dell'Universo, che ci da forza e respiro”. Attualmente tiene consulenze di medicina naturale a sostegno dell'autoguarigione consapevole, ultimando i suoi studi in Naturopatia con la stesura di una tesi sperimentale basata sui benefici dei rimedi naturopatici e di un alimentazione naturale, ossia naturalmente idonea alle diverse tipologie di gruppi sanguigni, affinchè il benessere sia il frutto della profonda interazione che esiste fra corpo, spirito e mente.
Luana Martino
Giornalista pubblicista, la scrittura è per lei fonte energetica quotidiana. E’ riuscita a trovare un connubio tra la passione per la scrittura e la modernità diventando copy e modificando il modus scribendi adeguandolo, all’occorrenza, al 3.0 e alla velocità del web. Il contatto costante con il web e con le sue dinamiche l’ha portata a voler frequentare un master in ‘Digital marketing’ grazie al quale ha maturato esperienza come social media manager. Ha sviluppato competenze nel campo della sceneggiatura frequentando corsi specializzati e realizzando diversi progetti come, ad esempio, ‘La Controra’. Nel giugno2013, infatti, co-dirige con Marianna Fumai il cortometraggio La Controra, finanziato da ANCI e Ministero delle politiche giovanili nell'ambito del contest InContatto. Oggi, insieme a Marianna Fumai e Gabriella Cosmo, continua ad occuparsi di audiovisivo con la associazione ‘RecMovie’; collabora con diverse redazioni online dove si occupa di cultura e spettacolo con un occhio di riguardo all’ambito del cinema. Cura l’ufficio stampa di differenti realtà come l’associazione ‘Genius Loci’ che si occupa di diffondere la cultura a 360° grazie al supporto di nuove tecnologie.
Iula Marzulli
Nata nel 1981 a Bari, artista poliedrica, con ampia esperienza internazionale teatrale, si occupa prevalentemente di performance e formazione teatrale. Tra le ultime opere si menziona il ciclo di performance realizzate all'interno della ricerca artistica sulle stagioni. Tra le ultime produzioni: "Estate_celebrazione #4", produzione Factor Hill e "Inverno_o delle Primavere". Dal 2016 è presidente dell'associazione per le arti e la cultura "Alauda". Si segnalano, inoltre, diverse partecipazioni in antologie poetiche come "Amori Liquidi"di Edit@ Casa Editrice & Libraria e "Parole Sante", editore Kurumuny. Curatrice del blog "I sensi della poesia" per documentazione e archivio di scritture. www.iulamarzulli.com
Marilena Morabito
Architetto e curatore d’Arte e direttore artistico dell’Associazione ACAV. Nasce a Reggio Calabria il 1976. Organizza numerose manifestazioni culturali legate alle arti figurative, alla scultura, alle videoinstallazioni, alla musica, alla danza ed al teatro. Dal 2013 ha curato diverse esposizioni fotografiche importanti. Le ultime collaborazioni la vedono accanto al Ministero per i Beni Culturali, alla Fondazione Guglielmo presso il Museo Marca di Catanzaro, al Maon (museo dell’arte dell’ottocento e del novecento) di Rende, al MUMAR Museo dei Marmi di Soriano Calabro, al Museo del Presente, comune di Rende, al MAAM (Museo dell’Altro e dell’Altrove) di Roma con la performance d’arte “Ti aspetto su altri Pianeti” di Giuliano Macca, al Face Festival per la curatela di vari artisti negli spazi dei Fortini di Reggio Calabria, alla provincia di Cosenza e alla Fondazione Bilotti presso il MAM Museo delle Arti e Dei Mestieri di Cosenza. Pubblicazioni: Testo critico per Catalogo “Materia” per Expo e Sovrintendenza dei Beni Culturali della Calabria (Arte contemporanea ed archeologia) Testo critico per Catalogo “Al di là del Viaggio”, edito da l’Espresso (mostra fotografica personale di Gerardo Fortino). Testo critico per Catalogo “Magma” edito da Rubettino (mostra d’arte contemporanea di Alfredo Granata).
Serena Mumolo
Pugliese, classe ’77. Laureata nel 2004 in Scienze Biologiche e specializzata in Microbiologia e virologia a Modena nel 2008. La sua prima esperienza lavorativa è cominciata in ospedale, dove ha lavorato per 5 anni nei Reparti di Microbiologia, Virologia, Micologia e Parassitologia di Modena e Reggio Emilia. Prosegue il suo percorso in un laboratorio privato, effettuando prelievi ematici e analisi microbiologiche. Parallelamente agli studi classici accademici frequenta dei corsi di Naturopatia a Piacenza dove impara la diretta correlazione tra Pensieri e Salute. Incontra poco dopo una disciplina americana che le permette di approfondire la correlazione mente-corpo, le malattie psicosomatiche e la loro remissione: il Theta-Healing. Nel 2007 ottiene il Diploma di Theta Healing DNA-Base e due anni dopo (2009) il Diploma di Theta-Healing avanzato. Consegue anche il diploma di Primo e Secondo livello di Reiki (Metodo Usui) in Italia. Si trasferisce all’ estero, In Indonesia e nel sud dell’ isola di Sumatra collabora con l’ Università Indonesiana di Sriwijaya e lavora sia insegnando nutrizione vegana, inglese e biologia in una scuola elementare cinese buddista, sia facendo analisi microbiologiche e formazione di igiene in un laboratorio privato a Palembang. Nella suola ha la possibilità di continuare l’esperienza di theta-healing, che con i bambini risulta veloce ed efficace rimedio. Successivamente si trasferisce in Inghilterra dove continua l’ esperienza di Theta-Healer a Leeds. Pochi anni dopo lo scenario cambia e lavora per una azienda italiana di acqua, facendo formazione sull’ acqua. Dal 2013 ad oggi sta studiando questo misterioso elemento naturale, arrivando a comprendere l’ importanza di Sali e metalli preziosi per essa e per la Salute del Regno Animale e di quello Botanico. Sostenitrice del Nobel Alexis Carrel, chirurgo e biologo francese che sostiene l’ immortalità cellulare (Ameratat*)e del fatto che pensare, bere, mangiare e agire ‘bene’ creano i presupposti per l’ immortalità.
Katia Olivieri
Katia Olivieri è insegnante, critica e curatrice d’arte indipendente. Si laurea in Conservazione dei Beni Culturali cum laude. Intraprende un percorso di approfondimento di arte antica andando “a bottega” presso dei rinomati restauratori del Salento, successivamente si specializza per l’insegnamento nelle scuole secondarie. Nel 2003 si perfeziona frequentando il Corso per Curatori di Mostre a Roma con i critici Marcello Smarrelli e Ludovico Pratesi. È del 2006 la sua prima mostra “La donna mediale e il suo doppio”, presso i Teatini di Lecce. Ha curato esposizioni e cataloghi di mostre d’arte contemporanea in spazi pubblici e privati, tra cui AgorArt ( Fondazione Città del Libro di Campi Salentina), Behind the cage ( Castello Carlo V di Lecce), Sophia ( Castello di Corigliano d’Otranto per il Parco Filosofico Sophia), Evasioni, Alice non sa Peter si (Palazzo Vernazza, Lecce), Ancient Super Heroes (Radisson Blue, Roma), Vitriol (Elite Studio Gallery, Lecce) Epta (atelier Primiceri), Domestic Landscape (Ars and Art Gallery e Museo Civico Cavoti). Collabora con Enti pubblici e privati per la realizzazione di manifestazioni artistiche e culturali.
Silvia Persica
Nasce a Roma dove studia e si diploma al Liceo Artistico. In seguito intraprende gli studi all’Accademia delle Belle Arti. Trasferitasi a Londra nel 2000, si appassiona al mondo del Make-up e studia presso il City Of Westminster College conseguendo un Diploma di Laurea in Make-up professionale. Di seguito collabora con MTV UK, BBC, Channel4. Ha curato il trucco di artisti come Paul McCartney, Skin, Boy George, Joseph Finnes, Willem Dafoe, Leona Lewis, Tony Servillo, Jane Alexander, Asia Argento, Riccardo Scamarcio, Laura Morante, Luca Argentero, Micaela Ramazzotti, Carolina Crescentini, Sarah Felberbaum e molti altri ed è anche impegnata come Make-up Artist per la London Fashion Week assistendo e collaborando con i truccatori più importanti del mondo. Tornata in Italia, nel 2008 cura il look di pubblicità e servizi fotografici per vari magazine di moda, tra cui Vogue, e collabora con fotografi del calibro di Gianpaolo Barbieri, Emanuele Mascioni, Tony Kelly, Winkler & Noa, Sham Hinchey (Marsham Street), Lorenzo Pesce, Roberta Krasnig. Cura il make-up della campagna pubblicitaria mondiale dei cosmetici Boots N°7. Lavora con Luca Tommassini per diversi video clip per artisti come Coolio, suoi anche i make-up dei video di Daniele Silvestri, J-AX, Raf, Max Pezzali, Nek, Tiro Mancino, Biagio Antonacci, Piero Pelù, Giusy Ferreri, Baustelle, Giorgia, Negrita, Mina e Afterhours, Baby K e Giusy Ferreri. Inoltre cura per anni, in qualità di Make-up Artist, il look di Luciano Ligabue, Emma Marrone e Nina Palmieri. Collabora nel 2013 con Anri Sala per l'istallazione "Unravel" per la Biennale di Venezia, padiglione Francese. Nel cinema è impegnata sui set di molti film, tra cui: “Habemus Papam” di Nanni Moretti, “Walking on sunshine” di Dana Pasquini, “La sedia della felicità” di Carlo Mazzacurati, “Point Break” di Ericson Core, “Sole a catinelle” di Gennaro Nunziante e Checco Zalone e ultimamente “Stratton – First in to action” di Simon West, Kingsman the Golden Circle”di Matthew Vaughn. Nel 2014 apre a Lecce l'“Accademia Internazionale di Trucco MAKE-UP ART PRO” nella quale insegna e trasferisce agli allievi le proprie conoscenze, le tecniche e l’arte del trucco, anche con sessioni di pratica direttamente sui set fotografici, cinematografici e di video clip.
Giuliana Poli
Nata ad Ascoli-Piceno, giornalista e scrittrice con vasta esperienza di rapporto con esponenti della cultura, delle Istituzioni e del costume. Ha trattato temi in campo giuridico, storico e scientifico. Tra le collaborazioni significative: Fenix, Corriere Adriatico, Resto del Carlino, Rinascita, Il Cilento. Giornalista e partecipazione di servizi televisivi e interviste per TV CentroMarche. E’ stata addetta alla stampa e alla comunicazione per aziende e gestione strategica della visibilità aziendale. Assistente e ricercatrice dell'antropologo Prof. Mario Polia nella realizzazione del libro “Tra Sant’Emidio e la Sibilla” per la Forni Edizione. Ricercatrice e studiosa di aspetti etno-culturali ed antropologici legati alla Tradizione, il mito e ritualità. Relatrice, presentatrice o moderatrice in spettacoli e convegni. Capo del Dipartimento di Antropologia culturale della scienza della tradizione, del mito e del rito dell’Istituto Researche Ventura di Lugano. Attualmente è vice presidente di Srl e-platform ed eplatform-art, piattaforme internazionali dove commercio, finanza e cultura rappresentano il presupposto di business internazionale. Nell’ultimo periodo si sta interessando al linguaggio dell’Arte, tematica di cui ha recentemente parlato in Rai. Autrice dei libri: “ L'Antro della Sibilla e le sue sette Sorelle”, edizione Controcorrente, 2008 e 2° edizione con Xpublisching , RomaAutrice, “Dio è femmina? “, edizione Finis Terrae, 2014. “Le figlie del Sole”, Edizione xpublisching, 2015.
Tania Sabatino
Mi chiamo Tania Sabatino e sono giornalista pubblicista. Nell'ambito del mio percorso ho collaborato con realtà come Il Denaro, Il Roma, Sibilla Cumana la fonte del sapere, Arte Nascosta, La mia Napoli, Cinque W. Nel 2011 sono stata-co-ideatrice e redattrice del portale Fatti Italiani.  Collaboro, inoltre, con una il blog Ali di porpora, che vuole raccontare la vita di persone che hanno scelto di "esserci" nonostante le difficoltà quotidiane legate alla disabilità, in un processo di rinascita e di reinvenzione di se stessi. Curo i blog Crederci è potere, dove affronto temi trasversali, legati a esistenze e progetti generati dall’ordinario coraggio di chi non si arrende alle avversità. E La bellezza che cura, dove viene dato spazio alla bellezza, proveniente dalla Natura, ma anche a quella nata da un operato etico, dalla volontà di prendersi cura di sé e degli altri, incrociando destini individuali e collettivi. La mia voglia di esplorare sempre nuove strade del sapere mi ha condotto a conseguire un dottorato in Diritto ed Istituzioni Economico–Sociali presso l’Università Parthenope di Napoli, dove ho portato a termine un percorso di ricerca su La sessualità nelle persone con disabilità fisica tra tutela della salute e autodeterminazione.
Eleonora Sparano
Eleonora Sparano è Sociologa e Metodologa. Per la sua Laurea, conseguita a Salerno (2004), si è occupata delle disuguaglianze di genere e dei percorsi scolastici e professionali delle giovani donne. Ha approfondito le conoscenze in campo metodologico frequentando il Master in “Teoria e Analisi Qualitativa” (La Sapienza), oltre a svariate Scuole di Alta Formazione Internazionale e Scuole estive sul metodo e la ricerca sociale. Nel 2006 è iniziato, a Teramo, il Dottorato in “Politiche sociali e Sviluppo locale”, durante il quale ha centrato il fuoco di interesse sull’acqua, sugli usi sociali e sulle diverse possibilità di accesso a questa preziosa risorsa. A mano a mano la sua attenzione si è spostata sulla relazione tra l’essere umano e l’ambiente, e le risorse naturali, che a tutt’oggi analizza con prospettiva sistemica, ispirandosi alla chiave interpretativa dell’ecologia umana profonda, con riguardo alle componenti magico-sacrali, rituali, cultuali, religiose, storico-antropologiche e filosofiche. Tende verso un approccio transdisciplinare, ed è per questo che inserisce nei suoi scritti riflessioni derivanti dall’alchimia, dalla medicina, dalla biologia, dalla fisica, dalla chimica, e da ogni altra disciplina possa fare luce sul complesso tema dell’acqua. Per tale ragione prende a riferimento il paradigma della complessità e le teorie del Club di Roma sui limiti dello sviluppo, in modo da inquadrare la tematica in una cornice epistemologica adatta all’epoca contemporanea. È stata Assegnista di Ricerca presso l’Università degli Studi di Roma Tre e docente a contratto di Sociologia generale presso l’Università della Tuscia di Viterbo. Ha da poco concluso il secondo percorso di Master (II livello) in “Sociologia: Teoria, Metodologia, Ricerca”. Ha partecipato a molteplici progetti di ricerca, svolto attività didattica e di tutorato per le Università di Cassino, di Viterbo, de “La Sapienza” e di Roma Tre. Ha presentato relazioni a convegni e seminari, nazionali e internazionali. Varie le sue pubblicazioni, molte relative all'Acqua.

NEWSLETTER

Vuoi essere aggiornato sulle nuove uscite, iniziative ed eventi? iscriviti alla nostra newsletter